Voi fate sempre ciò in cui credete - Dalla scrivania di Alex Loyd, Autore de Il Codice della Guarigione
 

Voi fate sempre ciò in cui credete - Dalla scrivania di Alex Loyd, Autore de Il Codice della Guarigione


Dalla scrivania di Alexander Loyd

Ho iniziato a sviluppare queste Leggi spirituali segrete della Natura quando avviai la mia pratica privata di counseling e terapia. Nell’arco di un periodo di tempo molto breve avevo già una lista di attesa di sei mesi, e attribuisco gran parte del merito di ciò a queste Leggi spirituali segrete della Natura. Esse sono in grado di creare una improvvisa esperienza di “Aha!”, capace di cambiare la prospettiva e l’atteggiamento di una persona e, grazie a questo, anche molti altri aspetti che quella persona sta affrontando. Ho tradotto in realtà queste leggi principalmente attraverso la preghiera. Le considero alla stregua di un dono.


VOI FATE SEMPRE CIÒ IN CUI CREDETE
Se scoprite di non essere semplicemente in grado di essere la persona che volete, o di vivere la vita nel modo in cui pensate debba essere vissuta, dietro questi problemi ci sono sempre le vostre credenze. Inoltre una credenza rappresenta sempre un problema del cuore, non della testa. Sto per pronunciare un’affermazione che faccio da molti anni. Ho visto persone guardarmi storto e scuotere il capo mentre la enunciavo, come se dicessero: “No, no... Non può essere vero...”. Vi chiedo solo di darmi la possibilità di spiegare dopo averla udita, poiché secondo la mia esperienza è assolutamente vera. Eccola:

Voi fate ciò in cui credete il 100% delle volte.

E anche il suo corollario è vero: Voi non fate mai qualcosa che non credete. Se state facendo qualcosa che considerate sbagliato o controproduttivo, è perché credete qualcosa di sbagliato o di controproduttivo. Se state facendo qualcosa che è giusto, buono o costruttivo, è perché credete qualcosa di giusto, buono e costruttivo.

Vediamo all’atto pratico cosa significa tutto questo. Se non fate ginnastica regolarmente, una prassi che sapete essere alla base della buona salute secondo qualsiasi libro leggiate, è perché credete che non dovreste fare ginnastica. Si, mi avete capito bene. Non fate ginnastica perché credete di non doverla fare. Se non state mangiando in modo sano, è perché ritenete di non doverlo fare. Se non state gestendo bene lo stress della vostra vita e siete preoccupati la maggior parte del tempo, è perché credete che preoccuparvi sia la cosa migliore da fare nella vostra situazione.
Ora sto già sentendo i vostri pensieri; suppongo che stiate pensando che sono completamente folle, oppure vi state chiedendo: “Come può essere vera una cosa del genere? Mi piacerebbe che lui me lo dimostrasse”.

Vi prego di comprendere che non sto tentando di dire che voi non avete anche la credenza che dovreste fare ginnastica o che dovreste mangiare sano o che non vi dovreste preoccupare. Infatti sono abbastanza certo che voi avete davvero quella credenza positiva. Ma in voi c’è anche quella negativa, e posso dirlo con certezza, perché so che il 100% delle volte facciamo quello in cui crediamo di dover fare. Se avete un dilemma del genere (e chi non ne ha?) il problema è che le credenze secondo le quali per voi è meglio non fare ginnastica o non mangiare sano o non pensare positivo si trovano nelle profondità di quello che Re Salomone definiva il cuore, e che la scienza moderna chiama la mente
inconscia o subconscia. Di solito non siamo consapevoli delle nostre credenze profonde, ma potete star certi che ci sono, perché fate quello che credete il 100% delle volte, e non state sempre facendo quello che vuole la vostra mente conscia.
Diciamo ad esempio che state cercando di fare ginnastica regolarmente, Avete deciso di farla per mezz’ora ogni mattina, a partire dalle 7:00. Scatta l’allarme della sveglia ed è ora di decidere. Da un lato c’è la vostra credenza cosciente secondo la quale per voi è importante fare esercizio fisico, ma per un motivo qualsiasi, spegnete l’allarme, vi girate dall’altra parte, chiudete gli occhi e vi riaddormentate. Non è possibile che possiate andare contro la vostra credenza cosciente, a meno che nel vostro cuore non trovi posto anche la credenza che per voi è meglio non fare ginnastica.
Di solito queste credenze sono programmate in noi da esperienze basate sulla falsità o sulla paura. Un esempio di credenza basata sulla falsità potrebbe essere questo: «Nella mia famiglia nessuno è fisicamente in forma, quindi anche per me è impossibile esserlo». Una credenza basata sulla paura potrebbe suonare così: «Se ottengo una forma perfetta, la mia famiglia proverà risentimento verso di me». Una credenza molto comune del vostro cuore potrebbe semplicemente dirvi che dovete fare quello che vi va di fare adesso. Avete in voi così tanta sofferenza emotiva, sia passata che presente, che qualsiasi cosa vi faccia star bene risulta la migliore, visto che vi aiuta a evitare quella sofferenza.
Sono convinto che tantissime persone che hanno una programmazione basata sulla paura e sulla falsità hanno dei ricordi e dei programmi nel cuore che dicono: «C’è così tanta sofferenza qui, ci sono così tante convinzioni su chi io sono, su cosa non posso fare, su quanto sono cattivo e non all’altezza, sul fatto che il mondo non è un luogo sicuro e che io non sono al sicuro, sul fatto che io non sono importante, e che il mio compito principale è quello di riuscire ad arrivare alla fine della giornata provando meno dolore possibile». Quel programma si attiva e dice: «Fai qualcosa che ti faccia sentire bene. Anestetizza il dolore. Allontanati dal dolore». Allora, voi vi girate e vi riaddormentate.
Poi vi sentite in colpa, quando alle 8:00 del mattino vi svegliate e dovete comunque cominciare una nuova giornata; solo che adesso pensate: “L’ho fatto di nuovo!”. Avete dato respiro alle vostre credenze negative, rafforzandole nuovamente e procurandovi altra sofferenza, evitando di soffrire solo per un’oretta. Succede questo, quando una credenza cosciente e una inconscia entrano in conflitto all’interno di voi. Il vostro sé cosciente e adulto sa che ciò che avete fatto non ha senso, ma questo non basta a superare la programmazione nascosta nel profondo del vostro cuore.

La lezione più utile che possiate apprendere da questo principio, quello che voi fate sempre ciò in cui credete, è incentrata sull’importanza di trovare e guarire i problemi del cuore basati sulla paura e sulla falsità. Essi si sovrappongono alle vostre credenze consce e le controllano, sabotando le scelte buone e sane che fate. Non sarete in grado di realizzare la cosa buona e sana che vi riproponete (o almeno non riuscirete a farla per molto) se prima non guarite e cambiate ogni programma di credenze sui problemi del cuore che si ponga in conflitto con i vostri obiettivi coscienti.

È pur vero che talvolta si riesce a cambiare il proprio comportamento per un po’ di tempo grazie alla forza di volontà, ma alla fine i problemi del cuore la vincono sempre. Molto di ciò che si insegna nel settore del self-help fa affidamento sulla forza di volontà: «Costringiti semplicemente a farlo finché non diventa un’abitudine». E in effetti dovete cercare di fare la cosa giusta, ma a meno di guarire anche la vostra programmazione soggiacente, la cosa non reggerà per molto.
Il problema è: come potete cambiare le credenze inconsce e subconsce delle quali non siete neanche a conoscenza?
Questo è il motivo per cui vogliamo condividere col mondo i Codici di Guarigione. È l’unico sistema che conosciamo, capace di guarire i problemi del cuore, a prescindere dal fatto che ne siate consapevoli o meno. Se state utilizzando il Codice della Guarigione per motivare voi stessi a fare più ginnastica, il Codice sta guarendo le credenze inconsce e subconsce che vi trattengono dal fare ciò che la vostra mente conscia vorrebbe sinceramente fare. E non avete neanche bisogno di riconoscere le credenze inconsce sulle quali state lavorando.
C’è davvero speranza di poter cambiare partendo dall’interno di voi stessi!

Alexander Loyd
® Dott. Alex Loyd Services, LLC

 

Alexander Loyd ritorna in Italia a Giugno 2013

Corso Pratico d'Introduzione alla Figura del Facilitatore

dei Codici della Guarigione

con il dott. Alexander Loyd

Sabato 15 Giugno e Domenica 16 Giugno 2013

Hotel NH Milanofiori - Assago (Milano)

Organizzato da Diapasonbooking.com

alexander loyd a milano



Commenti


Nessun commento presente, vuoi essere il primo a scriverne uno?

Numero Verde 800 089 433 Dal Lunedi al Venerdi 9-12 15-18

Cerca...

Qual è il tuo obiettivo?

Eventi in Calendario